31.12.07


ny2008 Glitter Graphics From GlitterYourWay.com

Twilight

Ebbene ero convinta che mio fratello mi avesse regalato questo libro per natale, così non è stato così il 27 sono andata a comprarlo e in 2 giorni l'ho letto (veramente 3 perchè l'epilogo non l'ho voluto leggere subito). Avevo bisogno di leggemi un libro in 2 giorni, di provare a vedere se ne ero ancora capace. L'ho letto in 2 pomeriggi, sono rimasta sveglia fino alle 3 di notte per leggerlo, non è la prima volta che mi capita, lo so sono un po' fuori, ma io questo lo chiamo amore per la lettura, avevo bisogno di riscoprire tutto questo.
La trama
"Quando Isabella Swann decide di lasciare l'assolata Phoenix per la fredda e piovosa cittadina di Forks, dove vive suo padre, non immagina certo che la sua vita di teenager timida e introversa conoscerà presto una svolta improvvisa, eccitante e mortalmente pericolosa... Nella nuova scuola tutti la trattano con gentilezza, tutti tranne uno: il misterioso Edward Cullen. Edward non dà confidenza a nessuno. Ma c'è qualcosa in Bella che costringe Edward dapprima a cercare di stare lontano da lei e quindi ad avvicinarla. Tra i due inizia un'amicizia sospettosa che man mano si trasforma in un'attrazione potente, irresistibile. Fino al giorno in cui Edward rivela a Bella il suo segreto..."
Ora ho letto tanti commenti negativi come tanti commenti positivi su questo libro. In due parole c'è chi lo definisce un Harmony per adolescenti, c'è chi l'esalta come un libro stupendo, spettacolare ecc.
E per questo ero scettica sul comprarlo. Poi mi sono detta "provare e poi giudicare", tanto ho letto anche "Alice nel paese delle meraviglie" e ultimamente un libro di fiabe. E per carità non sarà "Orgoglio e pregiudizio" (ovvero non sarà un capolavoro letterario), ma è un bel libro, a me è piaciuto molto. Dopo tutto non si possono sembre leggere libri impegnati, seri, o almeno io non ce la faccio, ho bisogno di alternare, la lettura deve essere un piacere e poi ogni libro, se riusciamo a coglierlo in fondo, è capace di darci qualcosa di importante. E' leggero, scorrevole, piacevole, descrizioni ben fatte, molto "vere", riuscivo bene ad immaginare e vedere i posti dalle descrizioni e poi non erano descrizioni pesanti (tipo quelle del "signore degli anelli"). Poi va beh c'è la storia d'amore......sarà banale, sarà scontata, ma è bella. L'azione nel pezzo finale...molto carina. Sicuramente non è un libro per bambini, in libreria l'ho trovato tra la narrativa per ragazzi di 11/14 anni, sicuramente non è adatto a undicenni, sposterei il target un paio d'anni più su. Mi è piaciuto al punto da farmi comprare già il seguito (che ho iniziato a leggere invece di studiare).

30.12.07

Inevitabilmente




Passo queste mie giornate come sabbia nel deserto
hanno aperto una ferita in più
occasioni cancellate verso i margini del tempo
mentre il vento le trascina giù

Non danno pace, non hanno sguardi nè pietà
tra le voci di rimorsi e pentimenti
non danno più malinconia nell'impossibile regia
delle ipotesi senza un'età
Era la vita che avevo già immaginato ma
diversa nel finale
Ma non sarebbe stata certo normale
Mi regalavano bugie avare di sorrisi
e sentimenti già divisi e buttati via

Gli alibi che so a memoria e che non cambiano una storia
non si può tornare indietro mai
Sbagliati incontri guardando male dentro me
ma sono stata io l'incontro col destino
Così vicino alla realtà come una nave che non sa
navigare nel vento che c'è

Era la vita per me, era già scritta male in me
inevitabilmente
Soldato scelto nella guerra perdente
e le cattive compagnie non sono una scusante
le cicatrici sono tante e profonde

Ditemi come si fa ad imparare a decidere
pronti a sorridere a chi non ha voglia di noi

Era la vita che avevo già immaginato ma
diversa nel finale
ma non sarebbe stata certo normale

Era già nato tutto in me inevitabilmente
Soldato scelto nella guerra perdente
se c'è un futuro non sarà una moneta in corso
mi ci vorrebbe solo un sorso di umanità

(cantata da F. Mannoia)

28.12.07

Sulla lettura...

Dicevo a proposito del libro "vino e pane" che mi è stato regalato. Appunto dicevo fortuna che mi è stato regalato! Fortuna per 2 motivi: non avrei avuto l'opportunità di leggere un così bel libro, era un genere a me sconosciuto (anche se l'autore mi intrigava) ero un po' scettica, ma leggere qualcosa di nuovo è sempre positivo, poi, almeno per me, un libro è la miglior cosa che mi si possa regalare.
Per esempio quest'anno per natale mi è stato regalato un libro di Coelho di cui non ho mai letto niente, troppo popolare, troppo osannato, sono molto scettica quando sento troppi commenti positivi su un autore. Eppure sono sicura che lo leggerò: osare, sperimentare nuove letture è la cosa che mi riesce meglio.
A proposito di libri/autori troppo osannati ora sto leggendo proprio uno di quei libri osannati: Twilight. In realtà speravo (anzi ero sicura), aprendo il regalo di natale di mio fratello, di trovare questo libro. Non vi dico la delusione quando aprendo ho visto solo una borsa rossa, che si è bellissima, ma io mi aspettavo quel libro! Così ieri appena uscita dal lavoro sono andata a comperarmelo dopo mille ripensamenti. E già, ho letto tante di quelle recensioni che non sapevo più che fare, se comperarlo o no. Recensioni estreme. Ma alla fine ho ceduto (e ne parlerò nel prossimo post)....
Recensioni estreme. C'è chi l'hai definito un "Harmony" (per indicare che il libro è scadente, ma ho letto qualcosa di Harmony e ogni tanto nella vita ben vengano libri così, leggere sempre libri seri mi fa odiare la lettura), beh, mi sono detta, prima di giudicare se sia o meno un libro scadente bisogna leggerlo, così come non posso a priori dire che un libro, mettiamo Orgoglio e pregiudizio, sia stupendo. A proposito di "Orgoglio e pregiudizio" se non avessi visto il film non l'avrei mai letto. Perchè? Beh perchè il titolo non mi piaceva!
Mia grande pecca: non leggo molto autori italiani, si anche io sono spesso rapita dagli autori americani, ma mi rendo conto che tra scrittori europei ed americani c'è un abisso, c'è differenza nel modo di scrivere, di raccontare. Tra gli autori italiani letti c'è.....Silone, Salgari, Deledda, Maraini, Collodi....si, troppo pochi.
Cosa adoro fare quando leggo? sottolineare, i miei libri sono pieni di scarabocchi, sottolineature, "orecchie", pezzetti di carta che fungono da segnalibro......quanta bellezza! Ogni tanto mi piace riprendere in mano i libri letti e rileggere quei passi che mi hanno emozionata, che hanno lasciato un segno in me, che rispecchiano me, i miei sentimenti. Non ho mai riletto nessun libro più di una volta. I libri, dopo la musica penso siano la cosa che più riesce ad emozionarmi e stimolare la mia fantasia.....

Vino e pane

E' passato un anno da quando questo libro mi è stato regalato, e pochi giorni fa ho finito di leggerlo. Libro bello, anche questo diverso dal solito, mi accorgo che ultimamente sto sperimentanto, se così si può dire, nuovi libri, nuovi autori e soprattutto nuovi generi. Libro reale, libro vero e per questo estremamente affascinante. Libro che guarda in faccia la realtà, anche se non la realtà di oggi, libro che ti fa toccare con mano la realtà, quella realtà che in fondo rappresenta base della nostra realtà (io sono sempre dell'idea che per capire il futuro abbiamo bisogno del passato). Leggendolo mi ha tirato fuori sensazioni provate leggendo Jane Austen e Charles Dickens (Oliver Twist). Ora che c'entra Silone con la Austen e con Dickens? praticamente niente, ma in tutti e tre (in particolare in Silone ed in Dickens) vedo la realtà dei luoghi, dei comportamenti, vedo la semplicità nel narrare. Ora di che parla questo libro? Pietro Spina è il protagonista "benestante e privilegiato (studi in collegio). Malato e braccato dalla polizia, rientra nel proprio paese. Travestito da prete, cambia il proprio nome in don Paolo Spada. Presto Pietro entrerà in collisione anche col proprio partito, reo di imporre ai militanti la rinuncia allo spirito critico. Entra in crisi rispetto all'organizzazione di cui fa parte. Avverte l'impossibilità di conciliare le proprie convinzioni con quelle dell'organizzazione."Il romanzo si conclude con Pietro ormai smascherato e costretto a fuggire.....
Leggendo la trama il libro non attira proprio per niente, o almeno se io avessi letto la trama non avrei mai deciso di acquistarlo. Ma per fortuna mi è stato regalato. Fortuna per 2 motivi: non avrei avuto l'opportunità di leggere un così bel libro, e perchè un libro è la miglior cosa che mi si possa regalare.


(la parte tra " " è ripresa dal sito http://www.interruzioni.com/silone.htm)

26.12.07

Regali di natale

Quest'anno per natale ho ricevuto.......
Un ricettario pieno di ricette a base di cioccolato, il libro "undici minuti" di Paulo Coelho
una tisana con tazza allegata,
un'agendina con specchietto,
due confezioni di bottega verde, un paio di slip rossi, il cd di Fiorella Mannoia.........
mi sono dimenticata qualcosa?

Alvin Superstar

Prima di passare all'elenco dei regali natalizi devo assolutamente mettere un paio di cose....cosa? Il trailer del film "Alvin Superstar" tratto da un cartone animato (che adoravo) ....
Ecco il trailer in inglese

Qui invece è possibile vedere il trailer in italiano
e qui il sito, che è molto carino

24.12.07

BUON NATALE

Lavoretti natalizi

Finalmente posso pubblicare 2 degli ultimi lavori realizzati. Dico "finalmente" perchè questi lavori li ho realizzati come regalo natalizio per Katia, finalmente oggi le sono arrivati (li avevo spediti) quindi posso pubblicare le foto!!!!

Natale

Tra poco festeggieremo il natale.
Sabato a catechismo ho fatto fare un lavoretto ai miei ragazzi, un dono da portare ai propri genitori. Abbiamo fatto una specie di libricino rosso (metà foglio piegato in 2), come copertina un'immagine rappresentante la natività che loro hanno colorato (che poi è quella che nelle slide), dentro una frase del vangelo, seguita da un loro pensiero, inventato da loro rivolto ai genitori.
"E il verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi, e noi vedemmo la sua gloria..."
(Gv 1, 14)

19.12.07

Per il nuovo anno......

Per questo nuovo anno ho una lunga lista di libri che vorrei leggere:
- Neve di Maxence Fermine
- Twilight di Stephenie Meyer
- La tigre nel pozzo di Philip Pullman (che ho già)
- Amici miei, miei amori di Marc Levy
- qualcosa di Jane Austen, forse Ragione e sentimento,
- qualcosa di Pennac, ultimamente sento molto parlare di lui....

18.12.07

Ho finito di leggere.....

Ieri ho fatto un altro regalo, e siamo ufficialmente a -2, ovvero mi mancano solo 2 regali. Ieri ho anche comprato il calendario 2008, dato che avevo lo sconto da Feltrinelli, quest'anno il calendario l'ho comprato in tempo: di solito lo prendevo sempre a febbraio, perchè a febbraio mettono i calendari in saldo. Un calendario sulla danza, adesso mi sono fissata su questa cosa, che ci posso fare?Ieri sera ho anche finito di leggere uno dei due libri che stavo leggendo, ho finito "Le prigioni che abbiamo dentro" di Doris Lessing. Libricino piccolo, 90 pagine, questo libro contiene una serie di riflessioni dell'autrice sulla nostra società, o meglio sulla società del secolo appena trascorso, sui comportamenti umani. Tanti sono gli interrogativi che si pone questo trattato (come lo chiama l'autrice), forse è più un libro di domande che di risposte, un libro da cui ho tratto frasi, spunti interressanti, un libricino che contiene interrogativi che condivido, visioni del mondo che condivido, ma anche punti di vista che ritengo completamente sballati. Una delle frasi del libro, forse quella che mi ha colpito più di tutte, l'ho messa anche in firma (per ora) sul mio forum "La risata è qualcosa di molto potente e solo le persone civili, le persone libere ed emancipate, sanno ridere di se stesse".Per me è un libro fuori dagli schemi, nel senso che non sono abituata a leggere un libro che non sia un romanzo, che non abbia di fondo una storia, ma la Storia. Era da un po' che non leggevo questa autrice e sarà la traduzione, ma questo testo mi è sembrato molto scorrevole rispetto all'ultimo suo libro che avevo iniziato a leggere (Un matrimonio per bene). Ora devo assolutamente di finire di leggere "Vino e pane", primo perchè mi sono rimaste solo 50 pagine, e poi anche perchè ho già in mente altri 3 libri che voglio leggere, quindi bisogna che finisca al più presto questo.Oggi ho finito di leggere neve.....stupendo, l'ho già ricominciato, quanto ho pianto....appena rieso a concentrarmi un po' ne parlo meglio......

Apologize


Questa è una delle ultime canzoni che ho scoperto (grazie a mio fratello), oggi in più ho scoperto questo video con questa canzone.......praticamente stupendo!

Ho finito di leggere.....

Ieri ho fatto un altro regalo, e siamo ufficialmente a -2, ovvero mi mancano solo 2 regali. Ieri ho anche comprato il calendario 2008, dato che avevo lo sconto da Feltrinelli, quest'anno il calendario l'ho comprato in tempo: di solito lo prendevo sempre a febbraio, perchè a febbraio mettono i calendari in saldo. Un calendario sulla danza, adesso mi sono fissata su questa cosa, che ci posso fare?

Ieri sera ho anche finito di leggere uno dei due libri che stavo leggendo, ho finito "Le prigioni che abbiamo dentro" di Doris Lessing. Libricino piccolo, 90 pagine, questo libro contiene una serie di riflessioni dell'autrice sulla nostra società, o meglio sulla società del secolo appena trascorso, sui comportamenti umani. Tanti sono gli interrogativi che si pone questo trattato (come lo chiama l'autrice), forse è più un libro di domande che di risposte, un libro da cui ho tratto frasi, spunti interressanti, un libricino che contiene interrogativi che condivido, visioni del mondo che condivido, ma anche punti di vista che ritengo completamente sballati. Una delle frasi del libro, forse quella che mi ha colpito più di tutte, l'ho messa anche in firma (per ora) sul mio forum "La risata è qualcosa di molto potente e solo le persone civili, le persone libere ed emancipate, sanno ridere di se stesse".Per me è un libro fuori dagli schemi, nel senso che non sono abituata a leggere un libro che non sia un romanzo, che non abbia di fondo una storia, ma la Storia. Era da un po' che non leggevo questa autrice e sarà la traduzione, ma questo testo mi è sembrato molto scorrevole rispetto all'ultimo suo libro che avevo iniziato a leggere (Un matrimonio per bene). Ora devo assolutamente di finire di leggere "Vino e pane", primo perchè mi sono rimaste solo 50 pagine, e poi anche perchè ho già in mente altri 3 libri che voglio leggere, quindi bisogna che finisca al più presto questo.

16.12.07

Presepe

Questo è il risultato del mio pomeriggio domenicale (ovvero il presepe!!!!!!!!), non male, direi, anche se l'albero mi è venuto meglio. Nonostante di anni ne abbia 24 mi piace tantissimo fare il presepe, sembro davvero una bambina di 6 anni, ero al settimo cielo, mi ha aiutata a ritrovare un po' di serenità.

14.12.07


La risata è qualcosa di molto potente e solo le persone civili, le persone libere ed emancipate, sanno ridere di se stesse.
(D. Lessing "Le prigioni che abbiamo dentro")

Oggi il bicchiere è mezzo vuoto, ci sono giorni che va così...

10.12.07

Vincere Insieme

Finalmente sono riuscita a ritrovare questo film "vincere insieme" abbastanza vecchio, ha più di 10 anni. L'avevo visto in tv e mi aveva colpito, da quella volta non sono più riuscita a rivederlo, per lo più a quel tempo non so se avevo già il videoregistratore e quindi non ce l'avevo neanche registrato. Comunque ieri sera me lo sono rivisto......quanto mi piace questo film!

La musica nel cuore - August Rush

Sabato sera, invece di rimanere a casa a studiare, sono andata al cinema. Ho visto questo film, intitolato "la musica nel cuore - August Rush". Diciamo che mi aspettavo un film un po' diverso, comunque quello che conta è che mi sia piaciuto, è stato molto toccante (io ho pianto quasi tutto il film, troppa musica, troppa musica). La storia parla di questo ragazzino, che dopo aver passato 11 anni in orfanotrofio scappa lasciandosi condurre dalla musica alla ricerca dei suoi genitore, e grazie a questa (la musica) riesce a ritrovarli. Ci sono dei passaggi nel film completamente irreali: ad esempio una ragazzina insegna al piccolo protagonista il nome delle note e gliele fa vedere posizionate sul pentagramma; beh questo ragazzino in mezza giornata inizia a scrivere musica, con crome semicrome, pause ecc. Ora tutto ciò è impossibile, non sarò mai stato un genio di musica, ma so che è impossibile. Penso che comunque questi particolari non contino: il fine, il tema principale del film è un'altro, il tema del film è la musica, o meglio la forza, la bellezza, il mistero (perchè no) della musica. La trama non è il massimo, ma il film mi ha preso, ti tiene incollato alla sedia e ti chiedi "come andrà a finire?".
Da vedere.
(p.s. questa non è la locandina italiana del film, bensì quella originale e francamente i più rappresentativa del film rispetto a quella italiana)

7.12.07

Arriva il natale


Che bello oggi ho fatto i primi 2 regali natalizi!!!!! Quest'anno vorrei ricevere......troppe cose, meglio lasciar perdere, so che non vorrei profumi (ne ho troppi, tra quelli che ho comprato e quelli che già avevo a casa ne devo smaltire un bel po') eccezione il profumino di bottega verde quello allo zucchero filato o allo zucchero e ribes (tanto dopo natale sicuro ne compro uno dei due), che oltre ad essere bellissimi sono anche buoni o anche quello alla mandorla che ho visto alla Upim. Va beh, non vedo l'ora di poter aprire i regali, poi domani faccio l'albero ed il presepe......che bello!!!!!

Ho aggiunto....

Ho messo un nuovo link. Girando su internet ho trovato questo blog sulla mitologia greca e dato che io ho una predilezione particolare per la mitologia greca, per le storie, per i "personaggi" ho aggiunto questo link (forse più per me, avrei potuto metterlo tra i preferiti, ma ho troppe cose già inserite). Sulla mia predilezione per la mitologia greca. Non so perchè ma, come dicevo, la mitologia greca mi ha sempre affascianta e spesso mi ritrovo a rileggere i miti, in un paio di libri che ha mio padre. La dea che da sempre ho preferito è Atena, questa dea guerriera fuori dal comune, mi ha sempre affascinata. La seconda dea che più mi piace è Persefone, l'ho sempre vista come figura avvolta dal mistero.

6.12.07

Giovedì da paura...

Oggi vado dalla prof per farmi firmare i documenti della testi e che mi dice? ripassi la prossima settimana, tanto abbiamo tempo fino al 20. Non la sopporto più! Non mi piace il suo modo di fare! Certo che abbiamo tempo fino al 20, ma il 20 è l'ultimo giorno utile e io non voglio ridurmi all'ultimo giorno perchè se qualcosa va storto (metti che sto male o lei sta male e non può venire) io non mi laureo più a febbraio e devo ripagare le tasse e proprio non ho voglia di ripagare 1,000 euro di tasse perchè ho a che fare con un'insopportabile pignola, il paradosso è che l'ho scelta io, ma non mi rendevo conto a cosa andavo incontro. Dopo per riprendermi sono andata a spasso, proprio perchè la rabbia era troppa e avevo bisogno di farla passare. Sono andata alle poste, quelle del porto che sono le più efficienti e quelle in cui c'è il personale migliore della mia città, per alcune commissini, poi pranzo da Rosa, dato la nuova dieta ho preso la zuppa di verdure e orzo, non male, ma un po' triste a confronto di quei bellissimi piatti di riso al pesce! Poi ciliegina sulla torta sono andata da Feltrinelli e mi sono comprata un libro piccolo di Doris Lessing intitolato "le prigioni che abbiamo dentro". Ero tentata tra il libro che ho preso ed Damian di Hesse, poi ho preferito il primo perchè era cortissimo e perchè il secondo lo posso leggere con calma quando voglio. Ho iniziato a leggere questo libricino, bellissimo, lo voglio finire entro stasera o max domani. In questa giornata buia questo libro mi ha tirato su, mi ha rimesso l'allegria. Il mio pensiero e sostegno oggi va principalemente ad un'amica lontana ( solo materialmente) che aveva in programma un incontro importante. In più da ieri ho un contatto in più su msn, e sono proprio contenta per questo!

4.12.07

3.12.07

LEZIONI DI CIOCCOLATO

Film assoluttissimamente da andare a vedere. L'ho visto giovedì sera al cinema visto che il giovedì c'è lo sconto e le donne pagano solo 3 euro. La storia in breve. Un geometra (Luca Argentero) che aspira ad entrare nel grande giro dei costruttori edili si impegna a ristrutturare un casale di un ricco medico, conosciuto giocando a golf, ad un prezzo stracciato. Per rimanere nel budget opera una serie di scelte poco "sicure", come ad esempio non montare le impalcature per far salire gli operai sul tetto. Ed è così che un operaio (Hassani Shapi) cade dal tetto e viene portato all'ospedale. Essendosi fratturato le braccia e dovendo iniziare la settimana successiva un corso sulla cioccolata l'operaio ricatta il geometra(c 'è quindi l'inversione delle parti, dei ruoli, il geometra da ricattatore diventa ricattato): se non vuole essere denunciato dovrà prendere il suo posto al corso e conseguire l'attestato............il resto è da scoprire, tra equivoci, scambi di persona, amori, bugie e verità.
E' un film divertente che affronta o meglio critica alcuni comportamenti della nostra società come la corsa sfrenata al guadagno, la ricerca del successo ad ogni mezzo, la presunzione di riuscire a fare tutto con il denaro, la presunzione di essere migliori degli altri. Sono 2 ore di film che volano via veloci, tra una risata ed una riflessione seria. Eccezionale l'accoppiata Luca Argentero-Hassani Shapi, sono troppo forti insieme, mi è piaciuta molto anche Violante Placido, ma d'altronde è un'attice che non mi dispiace, quindi ero già ben disposta nei suoi confronti. Lo rivedrei volentieri un'altra volta.
Questo il sito ufficiale del film "lezioni di cioccolato"

La Mandragola

Ieri pomeriggio, invece, sono stata a teatro a vedere La Mandragola. In seconda galleria come al solito non si sentiva bene, aggiungeteci il fatto che il testo non è in italiano correinte bensì in volgare, era semplicissimo perdere qualche parola e non cabire bene il senso delle frasi; tanto che il primo atto sono stata sempre in tensione per cercare di non farmi sfuggire niente. Per fortuna il secondo tempo l'ho visto il prima galleria, infatti all'intervallo dato che sotto c'era posto mi sono trasferita lì, dove oltre vedere meglio si sentiva meglio e sono riusciata a gustarmi questo secondo atto. Beh la storia è quella che abbiamo studiato a scuola, scritta da Macchiavelli, una storia di intrighi ed inganni, di furbi e di allocchi. Il teatro era semi vuoto, ma lo spettacolo meritava di essere visto. Quest'anno devo dire, che la stagione teatrale è interessante, molto bella.

29.11.07

Tu non sei il tuo lavoro!!

Non sei la quantità di soldi che hai in banca!!
Non sei l'auto che guidi né il contenuto del tuo portafogli!!
Non sei i tuoi vestiti di marca!!

La pubblicità ci fa desiderare auto e vestiti, ci fa fare lavori che odiamo per comprare cazzate inutili!! Siamo i figli di mezzo della storia, senza scopo né posto!!
Non abbiamo la Grande Guerra né la Grande Depressione.
La nostra grande guerra è quella spirituale, la nostra grande depressione è la nostra vita.

La televisione ci ha convinti che saremmo diventati miliardari... miti del cinema... rock star... ma non è così e lo stiamo imparando!! Ne abbiamo veramente le palle piene!!La pubblicità ci mette nell'invidiabile posizione di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto possiamo ammazzarci in lavori che odiamo per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto!!

Fight Club



(Non ho visto questo film, ma vorrei tanto vederlo, nel frattempo ho trovato in rete questo stralcio tratto dal film, mi è sembrato molto realistico ed attuale ed ho voluto riportarlo qui)

29 novembre

Oggi 29 novembre è il compleanno della mia amica Elena.........non potevo che aprire un post per farele TANTISSIMA AUGURI DI COMPLEANNO!!!!!!!!

25.11.07

Pessimismo

Oggi, nella pausa di studio, faccio un test. Viene fuori che sono pessimista, "bella novità" mi dico in modo ironico. Non è la prima volta che mi viene detto "sorridi alla vita e la vita ti sorriderà", beh io non ci credo!
Credo però che niente accade per caso, credo che dirmi di buttare via l'unica cosa che nella mia vita sia stata positiva, di cui sono fiera sia presunzione e non comprensione e ci vedo anche un tocco di cattiveria ed invidia (non quella sana). Non vedo perchè ci si prodiga a dare giudizi quando i giudizi non sono richiesti. Perchè dovrei manifestare un mio giudizio se questo nasce da un sentimento negativo che è in me, sia questo invidia, egocentrismo, narcisismo, ecc.?

23.11.07

La giuria

Ieri sera sono stata a teatro a vedere "La Giuria" con Alessandro Gassman. Lo spettacolo è stato bellissimo, certo vederlo dalla seconda galleria non è il massimo, contando che avevo un posto schifoso non è il massimo. Bella la trama, coinvolgente. Bello vedere questa giuria riunita che inizialmente è tutta d'accordo sulla colpevolezza dell'imputato ad eccezione di un giurato, il quale apre la via ad una lunga riflessione sulla certezza assoluta di quanto riportato in aula. Alla fine quello che conta non sarà tanto il verdetto, ma l'aver raggiunto l'idea che non si può condannare una persona per omicidio di primo grado (e quindi condannarla alla sedia elettrica) se si ha un ragionevole dubbio che i fatti non siano andati come illustrato dall'accusa. Lentamente, infatti, e grazie alla logica, alla capacità di osservazione, al soffermarsi sui dettagli i giurati si rendono conto che, in realtà, quanto affermato dall'accusa e dagli stessi testimoni fa acqua e se fosse il ragazzo accusato di omicidio ad avere ragione?

Si tutto apparentemente sembra essere contro di lui, perchè
- l'uomo del piano di sotto dice di visto scappare il ragazzo dalle scale, ma è anche vero che l'uomo del piano di sotto è vecchio e zoppicante ed è impossibile che un uomo nelle sue condizioni sia riuscito a percorrere in 15 secondi 15 metri (tragitto dalla camera alla porta di casa) dovendo aprire 2 porte chiuse,
- o la donna sulla quarantina che dice di aver visto dalla finestra della sua camera da letto il ragazzo mentre accoltellava il padre, ma vero è che la donna porta gli occhiali e al momento dell'omicidio era a letto, che si rigirava per prender sonno e chi mentre cerca di dormire indossa gli occhiali?
- il suo vicino di casa aveva sentito dire, poche ore prima dell'omicidio, "ti ammazzo" al padre. Allora solo perchè diciamo "ti ammazzo" a una persona possiamo essere ritenuti assassini, non servono forse altre prove? non è forse questa una prova indiziaria?
Ma l'apparenza inganna a volte.

Oppure parliamo del 3° giurato a cui non importa se il ragazzo sia o meno colpevole, per lui l'importante è che il ragazzo appartiene a una certa classe sociale, che deve stare al suo posto, che è scomoda e quindi da eliminare, per lui il ragazzo è colpevole per nascita. E che colpa ha lui se è nato nel posto sbagliato? l'importante non dovrebbe essere quello che ha fatto? non dovrebbe esssere giudicato per quello che ha fatto e non per dove è nato?
Prima di condannare a morte una persona non bisognerebbe avere la certezza assoluta che questo abbia commesso l'atto volontariamente? E' giusto condannare a morte qualcuno se si dubita sullo svolgimento dei fatti? E se poi si manda a morte qualcuno e ci si accorge di essersi sbagliati che si fa?

E' giusto che uno stato fissi come legge quella di non uccidere e poi sia lui stesso ad uccidere a suo volta in nome della giustizia? non è forse questo paradossale? Non dovrebbe, per primo, lo stato dare un buon esempio ai cittadini? Pensate che per un potenziale assassino la pena di morte sia un deterrente? Non credo.
Uccidere qualcuno, anche dopo un processo non è giustizia, è un omicidio commesso dallo stato. Solo Dio può decidere delle nostre vite. Nessuno di noi ha diritto di decidere della vita o della morte di un altro individuo a noi pari.

21.11.07

riflessioni sconclusionate

Riporto qui un riassunto di quanto avevo scritto nel forum di fantasticamente sulla morte del ragazzo colpito da un proiettile sparato, a quanto pare, da un poliziotto. Dato che è il Mio blog, riporto solo ciò che ho scritto io, quello che mi è stato risposto ai 3 post che avevo messo può essere letto qui

14/11/2007
Oggi, dato che mi sono alzata tardissimo e non avevo voglia di far niente, mi sono messa a fare zapping in tv e, caso strano, mi sono vista parecchi telegiornali. Ovunque la prima notizia è quella dei funerali del ragazzo morto. La mia riflessione è perchè ci occupiamo sempre prima dei morti e poi dei vivi? perchè nessuno si chiede e si preoccupa dei familiari di quel poliziotto che ha sparato? anche quella è una famiglia distrutta, anche i suoi familiari pagheranno le conseguenze (terribili) di quel gesto di cui non sono responsabili. Io credo che se quel poliziotto è un uomo con una coscienza porterà per tutta la vita dentro di sè il peso del suo gesto, anche se vivo sarà morto nell'anima (questa secondo me è la cosa peggiore di tutti, meglio essere morti fisicamente che nell'anima). Sarebbe ora che ci preoccupassimo per i vivi piuttosto che per i morti. Per loro "il dado è tratto" non possono più tornare indietro, ma chi vive deve fare i conti con la vita e con se stessi.

Quanto quella persona abbia sbagliato non sta a me deciderlo, per questo c'è il nostro sistema di giustizia, che anche se, purtroppo, funziona male, c'è e cerca di fare il proprio dovere.
Poniamo che quel poliziotto nel compiere quel gesto non abbia pensato alle conseguenze del suo gesto sui suoi. Beh che colpa hanno ora i suoi? Perchè per un attimo non ci fermiamo a pensare che soffre non solo la famiglia che ha perso un figlio/fratello, ma anche quella che è la famiglia del poliziotto? Perchè consideriamo vittima solo la prima famiglia e non anche la seconda? Non sono in fondo tutte e 2 vittime di un gesto che non hanno commesso e per il quale pagano le conseguenze?

Io invece ho provato a mettermi nei panni del ragazzo morto e mi sono detta, se fossi morta io cosa vorrei?
Vorrei non aver visto telecamere ai miei funerali, neanche fuori della chiesa, vorrei che al tg, invece di dire "c'erano anche i giocatori della lazio" avessero detto, c'erano tutte le persone che lo conoscevano, chi gli voleva bene, come i suoi amici, parenti, gli zii, i cugini, i genitori (perchè penso che per lui contassero più questi che i giocatori della lazio!). Vorrei che la mia morte non sia usata come giustificazione per violenze future, nè che il dolore dei miei cari fosse cosiderato superiore a quello degli altri, vorrei che i miei fossero consolati dal pensiero che se anche loro non mi vedono io sarei con loro, nel loro cuore, vorrei che sapessero che anche se morto sto bene, perchè mi sono ricongiunto al Padre, Dio padre. Ecco dopo tutto questo mi sono detta che però questo forse non è quello che Gabriele vorrebbe, ma che Marta vorrebbe, una Marta che crede nell'aldilà, che pensa che la morte, per quanto dolorosa e straziante per i vivi, sia un passaggio, che pensa che il dolore vada rispettato e non pesato, nè strumentalizzato.

19.11.07

Bonino: campagna per immagine donne

Bonino: campagna per immagine donne 'Ti spengo e non ti compro', partira' a inizio 2008.
(ANSA) - ROMA, 18 NOV -Le donne devono far sentire che contano, con il portafoglio chiuso e il telecomando per gli spettacoli. E' la campagna di Emma Bonino. Intervenendo a Domenica In il ministro ha detto che le donne devono tenere il portafoglio chiuso per i prodotti che le presentano come cretine, e con il telecomando per gli spettacoli in cui viene svilita l'immagine femminile. La campagna per la rivalutazione dell'immagine della donna e' 'Ti spengo e non ti compro'. Partira' i primi mesi del 2008.

(mie considerazioni)
Vogliamo far passare e trasmette un modello di donna volgare e senza cervello, che deve stare in silenzio, che vale quanto un oggetto, che quindi si può usare e poi gettare via? Perchè questo è quello che oggi la televisione italiana, e la società vuol farci credere. Purtroppo il paradosso è che sempre più spesso questa svalutazione femminile è incoraggiata proprio dalle donne invece che essere respinta con forza.

Ultimi lavori

Ecco qui l'ultimo lavoro a punto croce che ho realizzato.















17.11.07

Lavoro

Costituzione
(Principi fondamentali)
Art. 1
L Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della costituzione.

14.11.07

Emozioni

Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volaree sdraiarsi felice sopra l'erba ad ascoltare
un sottile dispiacere.
E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
dove il sole va a dormire.
Domandarsi perché quando cade la tristezza in fondo al cuore
come la neve non fa rumore
E guidare come un pazzo a fari spenti nella notte per vedere
se poi è tanto difficile morire.
E stringere le mani per fermare
qualcosa che è dentro me
ma nella mente tua non c'è...
capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni, tu chiamale se vuoi
emozioni
Uscir nella brughiera di mattina dove non si vede un passo
per ritrovar se stesso.
Parlar del più e del meno con un pescatore per ore ed ore
e non sentir che dentro qualcosa muore...
E ricoprir di terra una piantina verde sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa.
E prendere a pugni un uomo solo perché è stato un po' scortesesa
pendo che quel che brucia non son le offese.
E chiudere gli occhi per fermare
qualcosa che è dentro me
ma nella mente tua non c'è
capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni.

di Battisti/Mogol

9.11.07

Elizabeth - The Golden Age

Inaspettatamente mercoledì sono andata al cinema a vedere questo film. La sovrana inglese vive una golden age minacciata dalla cospirazione e dal fondamentalismo di Filippo di Spagna. Nel tramezzo di questa guerra incombente si inserisce un pirata rubacuori di ritorno dal Nuovo Mondo. A parte la storia d'amore inserita nel film che non sta nè in cielo nè in terra, troppo inverosimile, troppo da film americani tutto il resto è molto bello, dalla musica, ai registi, alle scenografie, ai dialoghi. Folgorante Cate Blanchet ancora una volta nei panni della regina, bravissima Samantha Morton che impersona Maria Stuarda. Molto belli gli squarci sulla corte spagnola. Emozionante la sequenza finale, da quando Elizabeth guarda di notte, in vestaglia da notte, dalla costa, con il mare in tempesta le navi inglesi che affondano quelle spagnole, a quando tutti girano le spalle al re di Spagna Filippo II, sia sua figlia, sia il clero, a quando ancora Elizabeth va a trovare la sua dama di compagnia, stupende le parole che recita. Questo film oltre a un po' di Storia, ci mostra anche e ci fa riflettere su come gli uomini negli anni, in fondo, non siano cambiati (corsi e ricorsi storici), ci fa vedere una regina che rispetta prima di tutto il suo popolo, che cerca il meglio per la serenità, stabilità, libertà del suo popolo, è così che dovrebbe comportarsi chi detiene il potere politico, ci mostra Elizabeth sposa del popolo inglese. Da vedere.

6.11.07

Enzo Biagi

Oggi 6 novembre 2007 è morto Enzo Biagi, nato nel lontano 9 agosto 1920 a Lizzano in Belvedere. Quando sento il nome di Biagi lo collego direttamente a "Il fatto" ossia la striscia serale che andava in onda dopo il TG1. Ora quello che mi ricordo è che guardavo quel "programma" con interesse, guardavo quell'omino che senza scomporsi, senza urlare, strepitare riusciva a farsi ascoltare, riusciva a catturare la mia attenzione, riusciva a farmi riflettere, per me, che mi affacciavo al mondo dei grandi/adulti, era una finestra su questo nuovo mondo. Non posso dire niente di più, non posso dire "mi manca", non sarebbe vero, in fondo non lo conoscevo a fondo; conoscevo solo un piccolo aspetto di questo personaggio, legato a quella trasmissione che seguivo e per quello che io ho visto non posso che stimare e perchè no prendere ad esempio questo uomo che se ne è andato.



1.11.07

Voce del verbo amore

Film visto ieri sera tardi. Film che scorre molto bene. Trama non molto complicata, ma il film secondo me fotografa molto bene alcuni comportamenti e tendenze del mondo, anzi dell'Italia di oggi. La storia: lui, Ugo, lei, Francesca, sposati ormai da 10 anni, con 2 figli a carico, decidono che il loro matrimonio è arrivato al capolinea e decidono di separarsi. Il film prosegue con il racconto del quotidiano dei due personaggi dopo la separazione, delle difficoltà legate al lavoro, legati ai figlio, tutto questo finchè un giorno Ugo capisce la differenza tra amare e voler bene......
Questo film è uno spaccato della vita reale, forse a volte esagera un po', forse alcune cose sono portati agli estremi.

30.10.07

Attimi

"Trascorriamo la vita sperando in un domani diverso che non verrà mai.
Accumuliano denaro e case nella speranza che un giorno queste ricchezze ci serviranno per vivere meglio, lasciamo passare il tempo con la convinzione che tutto ciò diventi verità.
Ma la verità è nel nostro presente e non ci accorgiamo degli attimi che da soli valgono un'intera esistenza per il loro significato. "

da "Il fiume della vita"

(non conosco l'autore perchè anche questa frase l'ho spudoratamente copiata: l'ho letta sul forum di
fantasticamente, mi è piaciuta e l'ho copiata)

p.s. (un saluto a tutti quelli che ogni giorno passano di qui, sia a chi frequenta da un po' il mio blog, sia a chi l'ha da poco scoperto)

28.10.07

Riflessioni senza impegno

E' un po' di tempo che non scrive un post strettamente personale, della serie "riflessioni sconclusionate" o "riflessioni senza capo nè coda". Ieri sono stata tutta la giornata quasi come imbambolata. Colpa dell'incubo? Anche, ma non solo, anche colpa, questa volta inteso in senso positivo, di alcune considerazioni o meglio spunti di riflessioni che mi sono stati forniti. E oggi........Oggi sono stata da Giuliana a vedere il cagnolino nuovo di zecca, Jack, che ieri ha portato a casa, troppo tenero, sembra un peluche, mi spiace non avergli fatto una foto!
Questi giorni ho voglia di fare acquisti, non solo per tirarmi un po' su di morale, ma soprattutto perchè ho bisogno di qualcosa di nuovo. Volevo comprarmi: un lettore mp3 (sarebbe anche ora direi!), il portafoglio (inizialmente volevo comprare quello delle Coccinelle, ma vista la mia voglia di cambiare spesso portafoglio penso che opterò per quello più economico rigorosamente rosso che ho visto da Carpisa), borsa rossa ? (è un'eternità che la cerco, ne ho vista sempre da Carpisa una proprio bellina, ma sono ancora indecisa se comperarla o no).
Invece di fare tutto ciò dovrei concentrarmi sulla tesi che non sto facendo. Perchè? (è questa la domanda chiave). Forse è il caso che capisca il perchè!

27.10.07

Per far passare l'incubo....

Dato che sono a corto di idee ed un po' scioccata a causa dell'incubo di questa notte (ebbene si, ancora mi devo riprendere, ma sembrava un sogno così vero............che incubo......tremendo!) faccio semplicemente un copia ed incolla!





CONSIGLI DI BELLEZZA A PROVA D'ETA'

Per avere labbra seducenti,
pronuncia parole di gentilezza.
Per avere begli occhi,
trova la bontà nelle persone.
Per avere un corpo snello,
dividi il tuo cibo con chi è affamato.
Per avere capelli lucenti, lascia che un bambino
vi passi le dita una volta al giorno.
Per avere padronanza di te stessa,
cammina con la consapevolezza
che non cammini mai da sola.
Le persone, ancor più delle cose,
hanno bisogno di essere riprese,
rinnovate, rivitalizzate,
rigenerate e recuperate;
non buttare mai via nessuno.
Ricorda, se hai bisogno di una mano,
ne troverai una ad ogni estremità
delle tue braccia.
Crescendo scoprirai di avere due mani,
una per aiutare te stessa,
una per aiutare gli altri.
La bellezza di una donna
non è negli abiti che indossa,
nella linea che esibisce
o nel modo in cui si pettina.
La bellezza di una donna si vede nei suoi occhi,
perché sono la via d'accesso al cuore,
il luogo dove l'amore risiede.
La bellezza di una donna non è in un bel volto,
ma la vera bellezza di una donna
è il riflesso della sua anima.

21.10.07

La spina del diavolo

Oggi appena prenzato, ho visto questo film, del 2001, che mi era stato consigliato. Il regista è lo stesso del film "il labirinto del Fauno" ovvero Guillermo del Toro. Film ambientato in Spagna durante la guerra civile, narra le vicende del piccolo Carlos nell'orfanotrofio in cui è condotto dopo la morte del padre. Un film semplice anche se simbolico. A parte qualche scena un po' brutta (ovvero un po' impressionante) il film scorre bene e non fa per niente paura (viene etichettato come film horror ma di horror non ha niente). Da vedere, un film inconsueto.

15.10.07

NOBEL PER LA LETTERATURA

Oggi apprendo una grande e bella notizia che mi era sfuggita: premio Nobel per la letteratura 2007 a DORIS LESSING. E' stata premiata dall'Accademia svedese con questa motivazione: "Questa cantrice dell'esperienza femminile, che con scetticismo, passione e potere visionario ha messo sotto esame una civiltà divisa".
Come non citare questa notizia, ho letto un solo libro di questa scrittrice, ma un libro che mi ha segnato. "Martha Quest" è un libro che scelsi solo avendolo visto in vetrina da feltrinelli, proprio nell'edizione e con la copertina qui a fianco. Non sapevo niente, nè chi era l'autrice, nè di che parlava, ma ero rimasta folgorata. Non posso che citare la mia frase preferita di quel libro............
...Martha Quest, al McGranth's o ai balli del club, o era una giovane donna annoiata, imbronciata,pronta a criticare tutto e tutti, un sorriso forzato sulle labbra, o una sempliciona che chiacchierava infaticabilmente e rideva in modo affettato. Ora, invece, quelle maniere studiate erano cadute, Martha era di nuovo se stessa........
(da "Martha Quest" di Doris Lessing)

10.10.07

Citazione

Sono passati 50 anni. 50 lunghi anni, da quando ho fatto questo. Guardando ora quello che ho detto, tutti questi anni fa... tutte le speranze e i sogni che avevo. Sono arrivato alla conclusione che... se le cose si realizzano nel modo in cui volevi farle... è la misura per avere una vita di successo. Allora, alcuni diranno che sono un fallimento. La cosa più importante... è non amareggiarsi per le delusioni della vita. Imparare a lasciarsi il passato alle spalle. Riconosco che non tutti i giorni saranno assolati, ma quando ti troverai perduto nell'oscurità e nella disperazione...Ricordati... É solamente nell'oscurità della notte, che possiamo vedere le stelle. E nessuna stella ti porterà a casa. Quindi non aver paura di commettere errori. O di inciampare e cadere. Perché la maggior parte delle volte i premi migliori, vengono quando si fa quello di cui si ha più paura. Forse riuscirai in tutto ciò che desideri. Forse, riuscirai più di quanto avresti mai immaginato. Chissà dove ti porterà la vita? La strada è lunga. E alla fine... ogni giornata è la destinazione.
(One tree hill - puntata 3X15)

Ti scatterò una foto

Oggi, ore 10 missione "pausa caffè". Vado al bar, c'era la tv accesa e su mtv passavano la canzone di Tiziano Ferro "ti scatterò una foto", per carità bellissima canzone, o almeno io l'adoro, ma alle 10 di mattina non è l'ideale, anche perchè è una canzone da "taglio di vene": un po' pesante, ma comunque bellissima.

7.10.07

Verso Sabato 13/10

Sabato è ricominciato catechismo. Io come al solito era agitata a 1000, penso che fino a sabato prossimo, quando finalmente realizzerò che è tutto ancora una volta vero, non riuscirò a calmarmi, sono felicemente agitata. Quest'anno con me ci sarà solo Alvin: Davide ho dovuto cederlo a Luisa, quanto mi dispiace!

1.10.07

Non ce l'ho fatta a............

resistere! Volevo lasciare in primo piano il post con la canzone, ma non ce l'ho fatta, dovevo scrivere, perchè una serie di cose mi ha fatto piegare in 2 dalle risate.
Primo a Kati serve una mano per Economia politica 2 (non mi ricordo mai se è micro economia o macroeconomia pensa te come sono messa!): deve aiutare Lui*. Giustamente Kati chiedeva aiuto a me! E lì è partita la risata perchè il solo ricordo del mio esame di Politica 2 (di cui non ricordo niente semplicemente perchè avevo studiato giusto 2 concetti, quelli che sapevo ci sarebbero stati all'esame, ecco come ho fatto a prendere 27) mi fa venir da ridere!
Secondo, girando per blog ho visto blog super interessanti ed impegnati, che parlano di politica, di giustizia, ma per caso me ne capita uno.......................e mi è partita la ridarella.
Terzo, il mio blog è STUPENDO!

30.9.07

I DUBBI dell'amore





Se una mattina io
mi accorgessi che con l'alba sei partito
con le tue valigie verso un'altra vita
riempirei di meraviglia la città
Ma forse dopo un po'
prenderei ad organizzarmi l'esistenza
mi convincerei che posso fare senza
chiamerei gli amici con curiosità
e me ne andrei da qua
Cambierei tutte le opinioni
e brucerei le foto
con nuove convinzioni
mi condizionerei
forse ringiovanirei
e comunque ne uscirei
non so quando (quando)
non so come
Ma se domani io
mi accorgessi che ci stiamo sopportando
e capissi che non stiamo più parlando
ti guardassi e non ti conoscessi più
io dipingerei di colori i muri
e stelle sul soffitto
ti direi le cose che non ho mai detto
che pericolo la quotidianità
e la tranquillità
Dove sei, come vivi dentro?
C'e' sempre sentimento
nel tuo parlare piano
e nella tua mano
c'e' la voglia di tenere
quella mano nella mia
Tu dormi e non pensare
ai dubbi dell'amore
ogni stupido timore e' la prova che ti do
e rimango e ti cerco
non ti lascio più
non ti lascio più

(nel post sotto c'è il video)

I DUBBI dell'amore (video)

29.9.07

Aspettando...

Aspettando l'ispirazione........

In realtà qualcosa carino da scrivere ce l'ho, ma forse prima di metterlo meglio aspettare qualche settimana......tante idee mi frullano in testa...........

20.9.07

Io non sono qui

"Ci vuole un ladro per (ri)prendere un ladro"
Questa frase tratta dal film "Io non sono qui" è quella che più mi è rimasta impressa. Bel film, visto un sabato sera. Certo per capirlo bisogna sapere come è strutturato, altrimenti ci si perde. Il film racconta la vita di Bob Dylan, ma la racconta in modo particolare, attraverso 6 personaggi che lo rappresentano, ma che non sono lui. Quindi il film è composto di 6 episodi che si intrecciano e che non sono legati tra di loro o meglio non sembrano legati tra di loro. E' un film da seguire con attenzione (io arrivata a metà mi ero un attimo persa), ma bello anche per chi non conosce Bob Dylan.
Che dire degli attori, magnifica Cate Blanchett (vincitrice tra l'altro, per questo ruolo, della coppa volpi), molto bravi anche gli altri attori.

16.9.07











Noi nel silenzio della notte
ci fermiamo ed ascoltiamo le cicale delle stelle.
Noi volevamo avere tutto, tutto quanto calcolato
fino a quando abbiam perduto anche il tempo per un bacio
le lenzuola scompigliate, i silenzi telefonici
le promesse bisbigliate.
Senti io ti parlo ma non mi senti
urlo forte ma non mi senti.
Se muoio tu non mi senti.
Ecco vedi siamo soli nel silenzio della notte
a guardare, ad ascoltare le cicale delle stelle ...
(2009 - le cicale e le stelle)

15.9.07

Libertà

La libertà non è una cosa che si possa ricevere in regalo. Si può vivere anche in paese di dittatura ed essere libero, a una semplice condizione, basta lottare contro la dittatura. L'uomo che pensa con la propria testa e conserva il suo cuore incorrotto, è libero. L'uomo che lotta per ciò che egli ritiene giusto, è libero. Per contro, si può vivere nel paese più democratico della terra, ma se si è interiormente pigri, ottusi, servili, non si è liberi; malgrado l'assenza di ogni coercizione violenta, si è schiavi. Questo è il male, non bisogna implorare la propria libertà dagli altri. La libertà bisogna prendersela, ognuno la porzione che può.
(Pane e Vino - Silone)

12.9.07

Hollywoodland

Ieri sera, dopo aver studiato e prima di vedermi Morricone, ho finito di vedere questo film che ha un cast favoloso: Adrien Brody, Diane Lane, Ben Affleck, Bob Hoskins, peccato mi abbia deluso un po'.
Non so forse mi aspettavo un finale diverso, forse è un film che devo rivedere per capirlo meglio, forse se prima avessi saputo la storia me lo sarei pienamente gustato.
La Trama: è il 16 giugno 1959 ed uno dei più famosi attori di Hollywood, George Reeves (Ben Affleck), il quale interpreta il ruolo televisivo di Superman, viene trovato morto. La polizia archivia il caso come suicidio, ma la madre dell'attore non è dello stesso parere ed ingaggia un'investigatore privato (Adrien Brody) per scoprire la verità, ma quale è la verita?
Alla fine del film non sapremo la verità perchè il regista butta li solo delle ipotesi e secondo me l'ipotesi che alla fine sostiene è proprio quella del suicidio. Alla fine infatti si vede un uomo stanco, deluso dalla vita che ha vissuto, e forse anche malato (io ho percepito questo). Nel film poi viene evidenziato anche il parallelismo tra la vita dell'attore morto e quella dell'investigatore in tema di illusioni, sogni, speranze, passato, futuro.
Alla fine è un film piacevole anche perchè è simpatico il modo in cui il film è costruito in quanto racconta l'indagine svolta dall'investigatore privato intervallata da flash back sulla vita del defunto attore. Poi gli attori non sono niente male, bravi, anche i temi trattati, lo spaccato di mondo che ci viene proposto. Piacevole, ma diciamo che mi aspettavo di più.

11.9.07

Promemoria

Devo commentare gli ultimi 3 film che ho visto ossia: l'amore non va in vacanza, Io non sono qui (che è stato bello) e Hollywoodland......ma ora non ho tempo, c'è Morricone in tv.

6.9.07

Memorie del sottosuolo

Finito di leggere mentre ero in treno, di ritorno da Asti. Un libro entusiasmante all'inizio, deludente alla fine. Il libro è diviso in 2 parti: la prima sono le memorie in cui l'autore fa una lunga introspezione di sè, dell'animo e del comportamento umano (ed è veramente eccezionale ed interessante), la seconda è "a proposito della neve bagnata" in cui si racconta in breve la vita del protagonista, i suoi misfatti, si parla di questo uomo gretto, complicato che si ama, ma che allo stesso tempo si odia (Quanto più ero cosciente del bene e di tutto quel “sublime ed elevato”, tanto più mi sprofondavo nel mio limo e tanto più ero capace di invischiarmene completamente. Ma l’aspetto principale era che tutto ciò non pareva casuale in me, come se in qualche modo dovesse essere così), un autoleionista (proprio in questa fredda, disgustosa mezza disperazione e mezza fede, in questo cosciente seppellirsi vivo per il dolore, nel sottosuolo per quarant’anni, in questa situazione senza via d’uscita, forzatamente costruita e tuttavia in parte sospetta, in tutto questo veleno di desideri frustrati, interiorizzati, in tutta questa febbre di tentennamenti, di decisioni prese per l’eternit à e di pentimenti che sopravvengono un attimo dopo - qui si racchiude il succo di quello strano piacere di cui ho parlato.), a volte un uomo ridicolo.
Però alla fine è sempre un bel libro del mio autore preferito che vale la pena di leggere, se lo amate e avete pazienza. Un libro che mi ha dato tanti spunti per riflettere soprattutto nella prima parte dove è veramente spettacolare. Dimenticavo, lo stile. Come al solito contorto e complicato, non so se sia colpa della traduzione scadente, comunque mi è piaciuto il libro anche per lo stile macchinoso e complicato. Per finire un ultimo stralcio del libro
......."Oggi vien giù la neve, quasi bagnata, gialla, torbida. Anche ieri nevicava, anche nei giorni scorsi nevicava. Mi sembra che proprio per via della neve bagnata mi sono rammentata la storia che ora non vuole lasciarmi in pace. Sicchì questo sia pure un racconto a proposito della neve bagnata."

Scrivendo

Aggiorno di corsa il blog, ma questa la devo proprio raccontare. Ieri sera scrivo il mio ultimo paragrago del primo capitole della tesi, adesso ho adottato una nuova tecnica: prima scrivo a mano e poi ricopio al pc. Ieri sera avevo scritto il mio paragrafo a mano, poi avevo buttato via un po' di carte per fare pulizia.
Oggi riprendo in mano i fogli e mi accorgo che me ne manca uno: l'avevo fatto a pezzi e buttato via. Così sono andata a ripescare i pezzi nel cestino della carta e li ho incollati insieme. Avanti di questo passo arrivo a ottobre fusa!!!!!!

3.9.07

Felicità

Di ritorno da Asti, da casa di Katia. E' stata un'esperienza molto bella, che mi ha toccato nel profondo, che mi ha aiutata, che mi è servita, che mi ha fatto crescere. Mai avrei immaginato sarebbe stato così, non so bene descrivere tutte le mie emozioni, ma sono state tante. E quanto ho pianto tornata a casa (beh qualche lacrimuccia è uscita anche prima di partire, ma io sono una fontana per mia natura). Per me è stata qualcosa di sconvolgente, di positivo, sono veramente felice di aver fatto questo incontro, lo porterò sempre con me, è stato troppo importante. Quante cose ho imparato, quanto ho riflettuto, la vita mi sembrava più naturale, meno pesante (diciamo così).
Sono troppo felice, spero di rivedere Katia al più presto, non so dire di più.

29.8.07

Si riparte!

Ebbene domani mattina presto parto per quel di Asti e vado a trovare Katia! Quindi niente lavoro sia per domani sia per venerdì....riprendo lunedì, mi godo le mie ultime ferie, poi sotto fino a novembre!Non scrivo di più perchè sono emozionatissima, non so se riuscirò a dormire stanotte!

28.8.07

American beauty

Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare e poi mi ricordo di rilassarmi e smetto di cercare di tenermela stretta. E dopo scorre attraverso me come pioggia e io non posso provare che gratitudine per ogni singolo momento della mia piccola, stupida vita. Non avete idea di cosa sto parlando, ne sono sicuro, ma non preoccupatevi.. Un giorno, l'avrete..

Al lavoro!

Oggi pomeriggio ho ripreso con il lavoro e vi dirò che sono molto contenta (strano ma vero!), sarà perchè questa settimana lavorativa sarà breve per me visto che giovedì parto e vado a trovare Katia, sarà che dopo quasi 4 settimane di ferie il mio capo è meno acido, ma sono uscita dal lavoro proprio contenta, ho anche fatto un giretto da Zara e da Terranova (avevo tanta voglia di comprare, ma mi sono trattenuta). Peccato che ha guastare la mia tranquillità c'ha pensato il bus come al solito poco sicuro!

24.8.07

Il favoloso mondo di Amelie

Ebbene ieri sera era tardi, non avevo molta voglia di andare a letto, do un'occhiata ai miei dvd e vedo questo film. Decido di vederlo perchè mi sembra il più adatto alla serata, anzi alla nottata. L'ho finito di vedere poi stamattina.......meraviglioso!
Partiamo dalla colonna sonora: molto bella, in parte già l'avevo ascoltata e vedere un film quando già hai ascoltato la colonna sonora è come se in parte già lo conoscessi, comunque riesci a gustartelo meglio, è come se lo rivedessi per la seconda volta.
La trama:il film parla della vita di Amelie Poulain, in breve viene raccontata la sua infanzia, poi ci vengono presentati tutti i personaggi in un modo molto simpatico ed infine si inizia a parlare realmente di lei, di Amelie, e di come la sua tranquilla vita di cameriera cambi improvvisamente da quando lei decide di aiutare gli altri a ritrovare la felicità.....ed alla fine quando decide di prendere in mano la sua vita, come nei migliori film, troverà anche l'amore.........
Quello che mi ha colpito particolarmente del film sono i colori, così accesi, così vivi, così reali, ma allo stesso tempo hanno in se qualcosa di vecchio, antico e fiabesco (passatemi il termini).
La trama non è che sia chissà quanto originale, ma è sviluppata e presentata in un modo particolarmente accattivante, il bello di questo film non è la storia in se per se, ma come viene presentata, come viene sviluppata, come viene portata avanti, sono i dialoghi, il modo in cui è costruito l'intero film. E' un film a metà tra fantasia e realtà, è un film a metà tra riflessione ed umorismo, è un film tra vita vera/reale/quotidiana e sogno.
E' un film che scorre molto bene, finisce e ti dici "ma come è appena iniziato!".
Sicuramente da vedere (e anche più di una volta)!

21.8.07

VACANZE

Pensavo da dove poter iniziare il racconto della mia vacanza. Nel frattempo stavo cercando un nuovo avatar per il forum e inserisco la parola Marta su Google e faccio cerca immagini. Mi imbatto in un blog che mi ha fatto venire l'ispirazione, e mi sono detta inizio da qui.
Venerdì 17 siamo state a Pisa (che non mi è piaciuta moltissimo, ma è comunque molto carina), e a Lucca (che mi è piaciuta più di Pisa). Eravamo entrate in una chiesa, non mi ricordo quale, ne in quale delle 2 città, so che c'era un angolo in cui c'era una bibbia aperta e per curiosità, come mio solito, vado a leggere. Con mia gioia ho trovato un brano che mi piace moltissimo.

Allora INIZIO da qui: Ebrei 11,1-2.8-12
Fratelli, la fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. Per mezzo di questa fede gli antichi ricevettero buona testimonianza.
Per fede Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava.
Per fede soggiornò nella terra promessa come in una regione straniera, abitando sotto le tende, come anche Isacco e Giacobbe, coeredi della medesima promessa. Egli aspettava infatti la città dalle salde fondamenta, il cui architetto e costruttore è Dio stesso.
Per fede anche Sara, sebbene fuori dell’età, ricevette la possibilità di diventare madre, perché ritenne fedele colui che glielo aveva promesso. Per questo da un uomo solo, e inoltre già segnato dalla morte, nacque una discendenza numerosa come le stelle del cielo e come la sabbia innumerevole che si trova lungo la spiaggia del mare.

20.8.07

20 agosto, tanti auguri a..............

Oggi 20 agosto, tanti auguri ad Annamaria!!!!

19.8.07

Sono tornata, ma.....

Sono tornata, ma tra una decina di giorni riparto per quel di Asti.
Oggi sono tornata dalla mia vacanza con Elena. Volevo fare un resoconto della vacanza.........ma........da dove inizio? cosa ci metto? Stasera l'ispirazione scarseggia! Una notizia però la devo dare subito: in vacanza sono andatra a trovare la tosta toscanaccia del forum (ossia Annamaria)......un esperienza bellissima, molto emozionante!

11.8.07

CHIUSO PER FERIE

BEH SCORRENDO TUTTE LE PAGINE HO VISTO CHE ALLA FINE IL MIO BLOG è DAVVERO STUPENDO (quel che è vero è vero, non è questione di modestia!).
Lunedì si parte!!!!!!!!

Domani non avrò tempo di scrivere e lunedì si parte la mattina presto. Al ritorno farò un dettagliato resoconto del mio viaggio!
Quindi:
buon ferragosto a tutti quelli che passeranno di qui,
buone vacanze ad Agnese che parte il 20 (io ritorno il 19, non so se riusciremo a vederci),
buone vacanze a Katiuscia (che parte il 17?),
buono studio a Fede,

buon riposo a Laura,
buon lavoro a Chiara e Roberta (che purtroppo non hanno le ferie!),
buon "restauro" a Katia.......
mi sono dimenticata qualcuno?

Ah.....Annamaria aspettami che arrivo!

I regali

Avevo scritto nella lista dei regali di compleanno che volevo ricevere una borsa per il mare, meglio se rosa.......beh ne ho ricevute 3 (di borse!)! Sembra uno scherzo, ma non è così......ieri ho ricevuto 3 borse rosa. Per fortuna non sono tutte della stessa tonalità e a parte 1 che è posso utilizzare solo per il mare, le altre le posso mettere normalmente anche per andare a spasso. Nonostante tutto è stata una buona idea la lista: sicuramente ho ricevuto tantissimi regali che mi saranno utili anche se di colore simile, ma se ci pensate alla fine non ho 3 borse bianche, 2 nere e perchè non ne posso avere 2 rosa per uscire? Ci stanno tutte!!!!!!!!!!!!
Ma facciamo un passo indietro, ecco la lista completa dei regali che ho ricevuto:
Agnese, Chiara, Nicoletta, Laura: borsa rosa fucsia della Benetton e pareo nero (stupendo, pensate il giorno del mio compleanno ho visto una signora al mare che ce l'aveva uguale e ho pensato "è bellissimo");
Federica e Luca: borsa rosa acceso Kocoyoco con abbinato infradito;
Laura: borsa rosa confetto e grigia per il mare di Carpisa;
Elena e Katiuscia: top bianco, poi orecchini rosa (che penso porterò in vacanza) con abbinato braccialetto rosa con i cuori!
Mia mamma a parte avermi comprato un po' di scarpe e vestiti mi ha anche dato qualche soldino (non guastano mai).
Mio fratello: non sapendo che regalo farmi non mi ha fatto per niente il regalo.....adesso vuole farmi il regalo in ritardo, ma sinceramente non me ne importa, ricevere il regalo così in ritardo perchè lui si è dimenticato di farmelo e non sapeva che farmi non ha senso.

9.8.07

Si parte!!!!!!!!!!

Meno 1. Domani rifesteggio il mio compleanno con le mie amiche: cena! Questi girni preparativi: per la festa, per la prima partenza, e per la seconda! Ieri ho fatto i biglietti; quindi adesso è sicuro: il 30 si parte alla volta di Asti! E prima? Beh prima via con Elly( e si passa anche dalla Annamaria)!!!!!!!! Meno 3. Tra 3 giorni si parte!

7.8.07

Mio compleanno


Penso che fino a venerdì (giorno in cui festeggio il compleanno con le mie amiche, ebbene si, siamo tutte donne) l'unico argomento di cui parlerò sarà il mio compleanno.
Ero già pronta stasera per stilare la lista dei regali ricevuti,.........ed invece................................................................NIENTE!
Ho ricevuto un unico regalo: mia mamma mi ha fatto la ricarica del cell. Ma in compenso ho ricevuto molti auguri.
Per il resto la giornata è stata bellissima. La prima persona in assoluto a farmi gli auguri è stata Annamaria, che bello. Non ho fatto niente di speciale: ieri sera uscita (stupenda ci voleva) con Chiara ed Agnese, tornata a casa all'una non riuscivo a dormire da quanto ero eccitata per il mio compleanno. Stamattina mare, come mi ha detto Roberta, quale modo migliore per festeggiare!
Mi sono dimenticata di fare una cosa (TIPICO): devo ringraziare KATIA per la bellissima dedica di auguri che mi ha fatto sul forum........GRAZIE!!!!!!!!!!
E comunque GRAZIE a tutti coloro che mi hanno fatto gli auguri, sono stata molto contenta di riceve così tanti auguri

Il libro dell'anno

Il mio libro 2012 è "Narciso e Boccadoro".......